Archivio | 9 gennaio 2023

Wednesday (Serie Tv – 2022)


“Tesoro quello voleva denunciarti per tentato omicidio, come sarebbe stato il curriculum!…Che non ho finito il lavoro”

@justmisbehaving

Noi (2019) – Analisi Simbolica


(CON SPOILER)

Super Guida TV

Il film nasconde fino all’ultimo l’identità di Adelaide perché rivelandola cambia tutto il senso della storia perché il film è una messinscena della lotta di classe di masse sfruttate contro gli “eletti”.
Uno degli elementi più interessanti della storia è la caratterizzazione totalmente inaspettata da fronti contrapposti: gli americani in “superfice” presentano un élite di privilegiati, mentre i cloni “poveri” vengono segregati e maltrattati e sono tutt’altro che innocenti e si trasformano in assetati assassini in cerca di vendetta.
I personaggi come Adelaide e Red sono la personificazione delle dinamiche di classe, delle opportunità e le trappole che le accompagnano e la parabola di Adelaide serve a far capire che una volta che gli a “ultimi” viene data una possibilità non sono disposti a rinunciarvi nemmeno per aiutare i loro “fratelli” più sfortunati.
La narrazione di Adelaide, che inizia essendo una bambina felice e poi a sua volta la leader di un popolo di oppressi e il senso di ingiustizia è un potentissimo collante che può venire trasformato in nazionalismo quando una parte della società viene lasciata indietro. Le vesti doppelgӓnger sono rosse che è il colore del sangue

Metafore
Molto probabilmente il film è una gigantesca metafora della società americana e il presagio di un imminente rivoluzione e partendo dalla fine il piccolo Jason Wilson che è seduto di fianco alla mamma mentre guida e si è accorto che la madre non si è fatta scrupoli ad uccidere il doppio senza esitazioni, questo è l’istinto materno che porta a compiere qualsiasi gesto.
La famiglia Wilson è l’incarnazione del principio del “l’erba del vicino è sempre più verde”, sono abbastanza benestanti da potersi permettere una casa in villeggiatura e una barca di seconda mano, hanno una famiglia perfetta eppure non cessano di un attimo d’invidiare i loro vicini, i Tyler che hanno una villa più lussuosa e con un motoscafo e una macchina all’ultimo grido. L’uomo è talmente focalizzato sui suoi averi e si scorda delle persone intorno a lui meno fortunate. I Tetherd non sono che altro che la personificazione di colui che per primo gli ha dimenticati, emarginati e abbandonati.
I cloni sono la rappresentazione di ognuno di noi che veniamo privati del lusso poter fare scelte quotidiane di cui veniamo privati

Le Forbici
I cloni guidati da Red, portano delle tute rosse e sono armati di bellissime forbici dorate che non sono scelte a caso che per gli antagonisti si chiamano “Unterthering” che è la liberazione del legame con cui è in superfice e rappresentano una conseguenza del populismo, il taglio del legame di dipendenza tra le masse sofferenti e le Élite fortunate

Il doppio
Il doppelgӓnger è una copia della stessa persona che è generalmente malvagio, Jordan Peele è sempre stato affascinato e da qui che nasce la concezione che i “nostri peggior nemici a volte siamo noi stessi” e ognuno di noi ha un lato oscuro e Jordan Peele cerc di fare leva sulla nostra più grande paura, ovvero una metà oscura che non vorremmo avere

Temi trattati
Uno dei temi trattati è “la lotta sulla disparità di classe” dove ci mostra una realtà sotterranea che sogna un pasto caldo, il desiderio di condurre un vita più umana. Una condanna all’egoismo e alla cecità di chi ha tutto nella vita e il senso d’ingiustizia mette insieme i deboli per rivendicare i propri diritti e Peele con questo film ci vuole mostrare come una persona nata nella miseria possa avere “fortuna” con i mezzi giusti. Dopo di che il regista si prende gioco dello spettatore infatti ci mostra due personaggi che non sono quello che sono per colpa dei pregiudizi che che si basano sulle apparenze

Il Cineocchio

Il Significato di “Geremia 11:11:
Perciò cosi parla il SIGNORE: Ecco, io faccio venir su di loro una calamità, alla quale non potranno sfuggire. Essi grideranno a me, ma io non li ascolterò”
Geremia è uno dei maggiori profeti dell’antico testamento chiamato anche “Il Profeta Piangente” e ha scritto l’omonimo libro nell’Antico Testamento, cosi come il “Libro delle Lamentazioni” e i due “Libri dei Re”. Geremia fu incaricato di consegnare la parola di Dio al popolo di Giuda mettendolo in guardia sulla distruzione di Gerusalemme per avere infranto le regole e adorato falsi idoli.
Geremia nello specifico non sopportava i genitori che bruciavano i propri figli per sacrificarli a Moloch e s’inchinavano a Baal. Poi dio a Geremia che sarebbe stato tormentato dalla fame ed esiliato dagli stranieri.
Questo verso della Bibbia si concentra sui falsi Dei, che abbiamo adorato e ora ripiangiamo il vero Dio, ma lui non ci ascolta.
Nel film “Noi” gli abitanti di Santa Cruz vengono attaccati dai cosiddetti Tethered/Doppelgarger e loro sono “la sottoclasse maltrattata, esiliata e senza voce” e sono il Male che incarna nella popolazione di ogni luogo.
La seconda parte della profezia avviene quando Adelaide mostra un po’ di sentimento per i Tethered, ma “è troppo tardi” dare una parola gentile su delle persone che sono “adulte” e cresciute discriminate dalla città, ma ci sono molte cose parallele a questo attualmente questo si può pensare al denaro, la tecnologia, i media e le celebrità, queste “divinità” nel film sono spesso presenti nella famiglia Elisabeth Moss e si fanno “comandare” da un maggiordomo digitale chiamato Ophelia. Noi adoriamo tutte queste cose ignorando che ci c’è una schiera di persone che stanno soffrendo. Un altro riferimento a Geremia sono le persone che bruciano nel fuoco come Moloch, in questo noi vediamo Jason, Pluto, che tra l’altro è il diminutivo di Plutone (il Dio degli Inferi) che brucia dalla metà inferiore del viso perchè Jason lo fa camminare all’indietro dentro ad un incendio e l’idea di sacrificare bambini ha un ulteriore risonanza. Di tutti i componenti della famiglia dei Tethered, Pluto è quello più sadico e quello più incontrollabile, ma forse quello meno indicativo cosi Jordan Peele lascia intendere che se incasinerete la vita dei vostri figli diventeranno livorosi.
Alla fine troviamo la “pura simmetria di base” dal numero del versetto 11:11 perchè non solo compare durante la partita di baseball che Gabe sta guardando, il commentatore fa notare il punteggio sono proprio le 11:11 di sera e ovviamente rispecchia la teoria del doppelganger: 11:11 – 4 contro 4

I DOPPELGANGER
I Tethered che significa “Legati”: si definiscono il “popolo del sottosuolo” emergono all’improvviso dalla superfice per prendere possesso del territorio ed eliminare i propri “simili”. Sono come zombie senz’anima che sono privi di volontà propria e sono condannati a ripetere le stesse azioni dei loro corrispettivi “cloni”, …tutti tranne Red

I CONIGLI
I conigli insieme alle forbici dorate fanno parte delle immagini-simbolo del film. Il film si apre con un immagine di conigli in gabbia e scopriamo nell’andare avanti nel film che vengono allevati nel sottosuolo per nutrire i Tethered. Ma oltre a questo hanno anche altri valori simbolici come dalla cavia da laboratorio che in questo caso rappresenta i Tethred e infine Alice nel paese delle meraviglie che li rappresenta il coniglio che conduce “nella tana del bianconiglio” ed ha generato la frase stessa

IL MITO DELLA CAVERNA
“Gli incatenati” sono le legati profondamente all’allegoria di Platone, nel racconto ci sono molti prigionieri intrappolati nella caverna con lo sguardo rivolti alle pareti. Alle loro spalle c’è un enorme fuoco nel quale passano animali, oggetti e persone e questi oggetti proiettano sulla parete delle ombre che si scambiano perché non sono mai stati liberi e immaginano di proiettare queste ombre nel mondo reale e Platone immagina queste questi prigioni che si sono liberati dalle catene per un’avventura nella conoscenza superiore. Adelaide e Red sono le facce della stessa medaglia e rappresenta il prigioniero che si è liberato, ma con due destini diversi, mentre Red si è costruita una nuova vita, Adelaide è rimasta intrappolata nel mondo sotterraneo e ne diventa il leader, Red invece si crede un innocente in realtà è un impostore che ha sacrificato il suo doppio per la sua libertà. Le sue motivazioni però sono pur sempre comprensibili come ad esempio le condizioni disumane che devono vivere. Adelaide invece parla di Red e degli altri Tethred come delle ombre facendo contatto ancora con l’allegoria di Platone, infine l’arrivo della famiglia Wilson sulla spiaggia di Santa Cruz si nota che le loro ombre si deformano al sole e sta per indicare l’esistenza dei loro doppi.

SYMBOLIC ANALYSIS

The film hides Adelaide’s identity until the end because revealing it changes the whole meaning of the story because the film is a staging of the class struggle of the exploited masses against the “elected”.
One of the most interesting elements of the story is the totally unexpected characterization from opposing sides: the “surface” Americans present a privileged elite, while the “poor” clones are segregated and abused and are far from innocent and turn into thirsty assassins seeking vengeance.
Characters like Adelaide and Red are the personification of class dynamics, opportunities and the traps that accompany them and Adelaide’s parable serves to make it clear that once the “least” are given a chance they are not willing to give it up either to help their more unfortunate “brothers”.
Adelaide’s narrative, which begins as a happy child and then in turn the leader of an oppressed people and the sense of injustice is a very powerful glue that can be transformed into nationalism when a part of society is left behind. The doppelgӓnger robes are red which is the color of blood

Metaphors
Most likely the film is a gigantic metaphor of American society and the harbinger of an imminent revolution and starting from the end little Jason Wilson who is sitting next to his mother while driving and has realized that his mother has no qualms about killing the double without hesitation, this is the maternal instinct that leads to any gesture.
The Wilson family is the embodiment of the “the grass is always greener on the other side” principle, they are wealthy enough to be able to afford a holiday home and a second hand boat, they have a perfect family yet they do not stop for a moment ‘envy their neighbors, the Tylers who have a more luxurious villa and with a motorboat and a trendy car. The man is so focused on his possessions and forgets about the less fortunate people around him. The Tetherd are nothing more than the personification of the one who first forgot, marginalized and abandoned them.
The clones are the representation of each of us who are deprived of the luxury of being able to make daily choices that we are deprived of

Scissors
The clones led by Red wear red overalls and are armed with beautiful golden scissors which are not chosen at random which for the antagonists are called “Unterthering” which is the liberation of the bond with which it is on the surface and represent a consequence of populism, the cutting of the bond of dependence between the suffering masses and the fortunate elites

Twice
The doppelgӓnger is a copy of the same person who is generally evil, Jordan Peele has always been fascinated and hence the conception that “our worst enemies are sometimes ourselves” and each of us has a dark side and Jordan Peele seeks to leverage our greatest fear, or a dark half that we would not like to have

Topics covered
One of the topics covered is “the struggle against class inequality” where he shows us an underground reality that dreams of a hot meal, the desire to lead a more humane life. A condemnation to the selfishness and blindness of those who have everything in life and the sense of injustice brings together the weak to claim their rights and Peele with this film wants to show us how a person born into poverty can have “luck” with right means. After which the director makes fun of the viewer in fact he shows us two characters who are not what they are because of the prejudices that are based on appearances

The Meaning of “Jeremiah 11:11:
“Therefore thus says the LORD: Behold, I am bringing calamity upon them, from which they shall not escape. They will cry out to me, but I will not listen to them”
Jeremiah is one of the major prophets of the Old Testament also called “The Weeping Prophet” and wrote the book of the same name in the Old Testament, as well as the “Book of Lamentations” and the two “Books of Kings”. Jeremiah was charged with delivering the word of God to the people of Judah warning them of the destruction of Jerusalem for breaking the rules and worshiping false idols.
Jeremiah specifically resented parents who burned their children as sacrifices to Moloch and bowed down to Baal. Then he told Jeremiah that he would be starved and exiled by the foreigners.
This Bible verse focuses on false Gods, that we have worshiped and now mourn the true God, but he does not listen to us.
In the film “We” the inhabitants of Santa Cruz are attacked by the so-called Tethered / Doppelgarger and they are “the abused, exiled and voiceless underclass” and they are the Evil that embodies in the population of every place.
The second part of the prophecy occurs when Adelaide shows some feeling for the Tethered, but “it’s too late” to give a good word about people who are “grown up” and raised discriminated against by the city, but there are many parallels to this currently this can be thought of money, technology, media and celebrities, these “gods” in the film are often present in the Elisabeth Moss family and are “commended” by a digital butler called Ophelia. We adore all these things ignoring that there is a host of people who are suffering. Another reference to Jeremiah is people burning in fire like Moloch, in this we see Jason, Pluto, which by the way is the diminutive of Pluto (God of the Underworld) who burns from the lower half of the face because Jason does walking backwards into a fire and the idea of sacrificing children has further resonance. Of all the members of the Tethered family, Pluto is the most sadistic and the most uncontrollable, but perhaps the least indicative, so Jordan Peele suggests that if you mess up your children’s lives they will become greedy.
We finally find the “pure basic symmetry” from the verse number 11:11 because not only does it show up during the baseball game Gabe is watching, the commentator points out the score is actually 11:11 at night and obviously mirrors the theory of the doppelganger: 11:11 – 4 against 4

THE DOPPELGANGERS
The Tethered which means “Linked”: they define themselves as the “underground people” they suddenly emerge from the surface to take possession of the territory and eliminate their “similar”. They are like soulless zombies who have no will of their own and are doomed to repeat the same actions as their counterparts “clones”, …all except Red

THE RABBITS
The rabbits together with the golden scissors are part of the symbolic images of the film. The film opens with a picture of caged rabbits and we discover as the film progresses that they are being raised underground to feed the Tethered. But in addition to this they also have other symbolic values such as the laboratory guinea pig which in this case represents the Tethreds and finally Alice in Wonderland which represents them the rabbit that leads “down the white rabbit hole” and has generated the phrase itself

THE MYTH OF THE CAVE
“The Chained” are deeply linked to Plato’s allegory, in the story there are many prisoners trapped in the cave with their eyes turned to the walls. Behind them there is a huge fire through which animals, objects and people pass and these objects project shadows onto the wall which they exchange because they have never been free and they imagine projecting these shadows in the real world and Plato imagines these these prisons they have broken free from the shackles for an adventure into higher knowledge. Adelaide and Red are the faces of the same coin and represents the prisoner who has freed himself, but with two different destinies, while Red has built a new life for herself, Adelaide has been trapped in the underworld and becomes its leader, Red instead believes an innocent is actually an imposter who sacrificed his double for his freedom. However, his motivations are still understandable such as the inhumane conditions they have to live. Adelaide instead speaks of Red and the other Tethred as shadows making contact again with Plato’s allgory, finally the arrival of the Wilson family on the beach of Santa Cruz it is noted that their shadows deform in the sun and is about to indicate the existence of their doubles.

(Fonti: Anonima Cinefili; Filmpost; Il Cineocchio; Movieplayer; Monstermovie Italia)

Il Potere Del Cane (2021) – Recensione e Analisi Simbolica


(CON SPOILER)

MyMovie

Il Potere del Cane” è un film drammatico/psicologico scritto e diretto da Jane Campion basato sull’omonimo romanzo di Thomas Savage. Il film è interpretato principalmente da Benedict Cumberbacth, Kristen Dunst, Kodi Smit-McPhee e Jesse Plemons. E’ stato presentato al 78° Festival di Venezia dove ha vinto il Leone D’argento per la miglior regia ed è stato considerato uno dei migliori film del 2021 e ha avuto molti riconoscimenti tra cui 12 nomination agli Academy Awards/Oscar e per i quali Jane Campion ha vinto per la miglior regia

TRAMA
George e Phil sono due fratelli che hanno un ranch di pelli e cose varie. Quando però George sposa la giovane Rose, la porta a vivere con se al ranch, da quel momento Phil prende di mira la donna e suo figlio Peter

Rolling Stone

PERSONAGGI

Benedict Cumberbacth/Phil Burbanck: Un uomo oscuro e provocatorio, ma quando conosce Peter, il figlio di Rose, qualcosa in lui cambia

Kristen Dunst/Rose Gordon: è la moglie di George e madre di Peter, molto protettiva verso il figlio, ma anche fragile, ma ha ancora un profondo dolore per la morte del marito

Kodi Smit-McPhee/Peter Gordon: E’ il figlio di Rose molto enigmatico a tratti con una vena di cattiveria, nel corso del film s’avvicina a Phil, ma infine commette un “errore” che fa dubitare del suo sentimento verso di lui

Jesse Plemons/George Burbanck: Fratello di Phil che incarna la visione del bravo ragazzo di famiglia, ma con il passare del tempo notiamo che la sua è sola apparenza

PRODUZIONE
La sceneggiatrice Jane Campion all’inizio del 2017 ha ricevuto una copia del romanzo Thomas Savage del 1967, “The Power of the Dog”, e ne era rimasta affascinata ed ha cominciato a cercare i diritti cinematografici. Secondo Jane Campion il libro era stato preso in considerazione almeno cinque volte, ma non era mai stato realizzato.
Mentre lavorava alla sceneggiatura, Jane Campion ha tenuto i contatti con l’autrice Annie Proulx che ha scritto la prefazione del libro e dopo aver completato la prima bozza della sceneggiatura Jane Campion visitò il ranch di Savage nel Montana ed ha incontrato i membri della sua famiglia.

SVILUPPO E CASTING:
Nel Maggio 2019 Jane Campion disse, inizialmente, che avrebbe diretto il film con Benedict Cumberbacth ed Elisabeth Moss, dopo di che entrò anche Paul Dano anche se tuttavia dovette lasciare perché i suoi impegni andavo in conflitto con le riprese di The Batman

Cinematographe.it

Rielaborazione di un estratto della rivista Nocturno, Gennaio 2022 di “Dikotomiko Cineblob”

“Il Potere del Cane” è un film di orizzonti proibiti e visioni, illusione ottiche che sono funzionali ad ad ingannare lo sguardo.
Si è dibattuto che questo film sia stato inserito nella categoria western, il quale ha delle inquadrature freudiane con una porta aperta in mezzo a limitare il punto di vista. Potrebbe essere considerato un westener crepuscolare e decadente; la saga dei Burbank, due fratelli uguali, ma contrari nello stesso tempo di cui uno è intento a preservare i cavalli e le mandrie invece l’altro è più orientato ad essere bravo negli affari e a saper far funzionare un automobile, non solo crepuscolare, ma è anche un groviglio di sentimenti e desideri sepolti.
Phil è un ranchero di parvenza virile che ha studiato all’università per poi tornare a seguire le sue bestie del ranch con i suoi cowboy, George invece è il fratello più modernista e anche se vive al fianco di Phil è voltato dall’altra parte, lo detesta e cerca soldi e comfort, Rose è l’ennesima moglie “suicida” come nel film di Melancholia. Phil, George e Rose compongono una triade che sono costretti a scontrarsi e a sovrapporsi, ma a schivarsi nel ranch. La convivenza comprende anche Peter, il figlio di Rose che si sta laureando in medicina. Ciascuno di loro è una presenza tossica e intossicante e le relazioni sono sempre duali e sono relazioni conflittuali soprattutto sono prive di figure genitoriali: i Burbank si vedono solo nelle veste organizzate, Rose anche se è madre ha una condizione psicologica infantile. Infine poi aleggia una figura archetipa che è quella di Bronco Henry, il cowboy mentore/iniziatore di Phil venuto a mancare per cause naturali e le sue parole sono recitate come Vangelo. Ciascuno dei personaggi vive una chiusura personale, ognuno cela in se aspirazioni, tendenze sessuali, passioni e gelosie e tutto è represso.

Il Potere del Cane è la ridefinizione della mascolinità tossica che diventa tetra e si spinge fino alla omosessualità tossica perché Jane Campion disegna il personaggio di Phil con uno sguardo giudicante, ma nello stesso momento anche profondamente compassionevole è tragico e disperato. Un altro aspetto è la fotografia di Ari Wagner che è una magia, una fotografia senza pari che ha fatto lo stesso con Lady Macbeth.

SIGNIFICATO DEL TITOLO: “IL POTERE DEL CANE”
La figura del cane nella nostra società è un simbolo positivo, rappresenta la lealtà, la tenerezza e anche il mondo antico, nell’universo omerico si usa la formula “faccia di cane” ed è un insulto che equivale a “spudorato” e il film s’avvale su quest’ultima definizione negativa: i cani ritornano sempre in un immagine uniti in un branco, simbolo dell’assedio e delle pulsioni caotiche antipatrice della corruzione che condurranno Gesù alla crocifissione.
Questo film che Jane Campion ha riadattato allo schermo rappresenta l’inconscio: “il luogo sommerso del rimosso” al quale attingono aggressività e amore sono due sentimenti che attingono dalla stessa fonte che tengono il soggetto schiavo di se stesso e lo rendono un ostaggio di un “groviglio pulsionale di impossibile risoluzione” ed è quello che accade a Phil il più bello , intelligente, umoristico e con una mente brillante e un imperativo cinico machista che lo spingi in atteggiamenti di derisione e plateale sadismo nei confronti da tutti quelli che sono determinati ad assumere atteggiamenti fondati sulla gentilezza e sulla civiltà

Culturamente.it

IL SOGNO DI PHIL
Essendo nel Montana nel 1924 nelle pianure del vecchio west, la modernità sta aumentando e nelle locande non è difficile trovare delle tavole apparecchiate con tovaglie ricamate e tutto questo che indispone Phil che vorrebbe che il mondo rimanesse immutato. Per lui questo momento è solo di passaggio è un attraversamento della l’infanzia che porta all’età adulta che si incarnato in Bronco Harry che è colui che le ha insegnato ad essere un uomo, quindi cerca di sopprimere i suoi aspetti più fragili del suo carattere

LA DESTABILIZZAZIONE DEL FEMMINILE
Phil si rifiuta ad elaborare il lutto perché si sente minacciato dal cambiamento e dorme ancora nella sua stanza da “bambino” mentre George diverso da lui è molto meno attraente e ha un temperamento mite e delicato.
Cosi George decide di interrompere questa loro solitudine sposando una vedova, Rose Gordon e cosi Phil assume un comportamento vessatorio nei confronti della ragazza fino a minarne l’equilibrio psichico e spingerla alcolismo, essa rappresenta l’alterità per eccellenza femminile, la sua presenza nella casa impone il confronto ai due fratelli, la necessità di abbandonare l’infanzia, la fine di una perfezione immaginata e l’estinzione della dipendenza dal nido.
Rose, a seguito delle manipolazioni di Phil, nel corso del film s’identifica nella vittima immedesimandosi nel marito suicida, un uomo che per tutta la vita è stato dipendente dall’alcol di cui comincia a replicare il comportamento.

PETER, INNOCENZA LETALE
Suo figlio Peter che sembra apparentemente sensibile, ma è molto determinato a “salvare” la madre e se stesso dalle violenze psicologiche del “mostro” ed intuisce la compressione che opprime Phil, la sua omosessualità inconfessata e il suo infantilismo, cosi inizia a manipolarlo, nel farsi mentore di Peter, Phil gli permette di entrare nell’intimità che aveva nascosto, cosi ha l’occasione di replicare lo schema della sua relazione amorosa per Bronco Harry.
Quando Rose si sbarazza delle pelli del cognato vendendole agli indiani, Peter lo risarcisce con delle pelli dei bovini uccisi dall’antrace, cosi uccide Phil silenziosamente attraverso l’epidermide.
Il film getta un’ombra su Peter che oltretutto viene anticipata dal coniglio squartato per ragioni sperimentali e infine la corda che Phil aveva realizzato per lui, diventa un ricordo del suicidio del padre, il desiderio inconscio del ragazzo per ritornare al loro rapporto idilliaco con la madre e l’ultima figura che appare nel campo visivo di Peter è George che è sinceramente innamorato della moglie al quale gli rivolge uno sguardo d’odio

CONTENUTI TECNICI:

Tempo di esecuzione: 2h 6min (126 min)

Mix di suoni: Dolby Atmos; Dolby Digital

Colore

Proporzioni: 2.39 : 1

Fotocamera: Arri Alexa LF, Panavision Ultra Panatar Lenses; Arri Alexa Mini LF; Panavision Ultra Panatar Lenses

Laboratorio: Soundfirm (digital intermediate by)

Formato negativo: Codex

Formato Cinematografico: ARRIRAW(4.5K, source format); Digital Intermediate (4K, master format); Panavision (anamorphic, source format)

Formato di pellicola stampata: 35 mm; D-Cinema; Video (UHD)

THE POWER OF THE DOG

“Power Dog” is a psychological/drama film written and directed by Jane Campion based on the novel of the same name by Thomas Savage. The film mainly stars Benedict Cumberbacth, Kristen Dunst, Kodi Smit-McPhee and Jesse Plemons. It was presented at the 78th Venice Film Festival where it won the Silver Lion for Best Director and was considered one of the best films of 2021 and had many accolades including 12 Academy Awards/Oscar nominations and for which Jane Campion won for Best Director

PLOT
George and Phil are two brothers who have a ranch of furs and various things. But when George marries the young Rose, he takes her to live with him on the ranch, from that moment Phil targets the woman and her son Peter

PERSONAGES

Benedict Cumberbacth/Phil Burbanck: A dark and provocative man, but when he meets Peter, Rose’s son, something in him changes

Kristen Dunst / Rose Gordon: she is George’s wife and Peter’s mother, very protective of her son, but also fragile, but she still has deep grief over her husband’s death

Kodi Smit-McPhee / Peter Gordon: He is the son of Rose very enigmatic at times with a vein of wickedness, during the film he approaches Phil, but finally makes a “mistake” that makes him doubt his feelings towards he

Jesse Plemons / George Burbanck: Brother of Phil who embodies the vision of the good family boy, but as time goes by we notice that his is only an appearance

PRODUCTION
Screenwriter Jane Campion received a copy of Thomas Savage’s 1967 novel, “The Power of the Dog,” in early 2017, and she was intrigued and began looking for the film rights. According to Jane Campion the book had been considered at least five times, but had never been made.
While working on the screenplay, Jane Campion liaised with author Annie Proulx who wrote the book’s foreword, and after completing the first draft of the screenplay, Jane Campion visited Savage’s ranch in Montana and met with members of her family
.

DEVELOPMENT AND CASTING:
In May 2019 Jane Campion initially said that she would direct the film with Benedict Cumberbacth and Elisabeth Moss, after which Paul Dano also joined although however she had to leave because his commitments conflicted with the filming of The Batman

Reworking of an excerpt from Nocturno magazine, January 2022 by “Dikotomiko Cineblob”
“The Power of the Dog” is a film of forbidden horizons and visions, optical illusions that are functional to deceive the eye.
It has been argued that this film has been placed in the western category, which has Froidian shots with an open door between to limit the point of view. It could be considered a twilight and decadent westener; the Burbank saga, two equal brothers, but opposites at the same time one of which is intent on preserving the horses and herds instead the other is more oriented towards being good in business and knowing how to operate a car, not only at twilight, but it is also a tangle of buried feelings and desires.
Phil is a virile-looking rachero who studied at university and then returned to follow his ranch animals with his cawboys, George instead is the more modernist brother and even if he lives alongside Phil he is turned away, she hates him and seeks money and comfort, Rose is yet another “suicidal” wife as in the film Melancholia. Phil, George and Rose make up a triad who are forced to collide and overlap, but dodge each other on the ranch. The cohabitation also includes Peter, Rose’s son who is graduating in medicine. Each of them is a toxic and intoxicating presence and the relationships are always dual and conflicting relationships, above all they are devoid of parental figures: the Burbanks are seen only in the organized guise, Rose even if she is a mother has an infantile psychological condition. Finally then she hovers an archetypal figure which is that of Bronco Henry, the cowboy mentor / initiator of Phil who died of natural causes and his words are recited as gospel. Each of the characters experiences a personal closure, each hides within himself aspirations, sexual tendencies, passions and jealousies and everything is repressed.
The Power of the Dog is the redefinition of toxic masculinity that becomes gloomy and goes all the way to toxic homosexuality because Jane Campion draws the character of Phil with a judgmental gaze, but at the same time also deeply compassionate is tragic and desperate. Another aspect is the photography of Ari Wagner which is magic, an unparalleled photography that did the same with Lady Macbeth.

MEANING OF THE TITLE: “THE POWER OF THE DOG”
The figure of the dog in our society is a positive symbol, it represents loyalty, tenderness and also the ancient world, in the Homeric universe the formula “dog face” is used and it is an insult that is equivalent to “shameless” and the film it avails itself of this last negative definition: the dogs always return in an image united in a pack, symbol of the siege and of the chaotic impulses antipatrix of the corruption that will lead Jesus to the crucifixion.
This film that Jane Campion has adapted to the screen represents the unconscious: “the submerged place of the repressed” to which aggression and love draw are two feelings that draw from the same source that keep the subject a slave to himself and make him a hostage of a “instinctive tangle of impossible resolution” and this is what happens to Phil the most beautiful, intelligent, humorous and with a brilliant mind and a cynical macho imperative that pushes him into attitudes of derision and blatant sadism towards all those who are determined to assume attitudes based on kindness and civility

PHIL’S DREAM
Being in Montana in 1924 in the plains of the old west, modernity is increasing and in the inns it is not difficult to find tables set with embroidered tablecloths and all this that annoys Phil that he would like the world to remain unchanged. For him this moment is just in passing it is a crossing of childhood leading to adulthood that is embodied in Bronco Harry who is the one who taught her to be a man, so he tries to suppress his most fragile aspects of character her.

THE DESTABILIZATION OF THE FEMALE
Phil refuses to mourn because he feels threatened by the change and still sleeps in his room as a “child” while George different from him is much less attractive and has a mild and delicate temperament.
So George decides to interrupt their loneliness by marrying a widow, Rose Gordon and so Phil assumes vexatious behavior towards the girl to the point of undermining her psychic balance and pushing her to alcoholism, she represents the otherness par excellence female, her presence in the house it imposes a confrontation on the two brothers, the need to abandon childhood, the end of an imagined perfection and the extinction of the dependence on the nest.
Rose, following Phil’s manipulations, during the film identifies with her victim by identifying herself with her suicidal husband, a man who has been addicted to alcohol all his life and whose behavior she begins to replicate.

PETER, LETHAL INNOCENCE
His son Peter who appears sensitive, but is very determined to “save” his mother and himself from the psychological violence of the “monster” and senses the compression that oppresses Phil, his unacknowledged homosexuality and his infantilism, so he begins to manipulate him, in mentoring Peter, Phil allows him to enter the intimacy he had been hiding, so he has the opportunity to replicate the pattern of his love affair with Bronco Harry.
When Rose gets rid of her brother-in-law’s skins by selling them to the Indians, Peter compensates him with skins from cattle killed by anthrax, so he kills Phil silently through the epidermis.
The film casts a shadow over Peter which is also anticipated by the rabbit quartered for experimental reasons and finally the rope that Phil had made for him becomes a reminder of his father’s suicide, the boy’s unconscious desire to return to their idyllic relationship with the mother and the last figure that appears in Peter’s field of vision is George who is sincerely in love with his wife to whom he gives him a hateful look

TECHNICAL CONTENTS:

Running time: 2h 6min (126min)

Sound mix: Dolby Atmos; Dolby Digital

Color

Aspect ratio: 2.39 : 1

Camera: Arri Alexa LF, Panavision Ultra Panatar Lenses; Arri Alexa Mini LF; Panavision Ultra Panatar Lenses

Lab: Soundfirm (digital intermediate by)

Negative Format: Codex

Cinematic Format: ARRIRAW(4.5K, source format); Digital Intermediate (4K, master format); Panavision (anamorphic, source format)

Printed film format: 35mm; D-Cinema; Videos (UHD)

(Fonti: Wikipedia Eng.; Cinematographe.it; IMDB)

.

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

"Amor Vincit Omnia"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

Ultimate Precure Orchestra!!

Your one stop shop for all your Precure Music!

Laura Imai Messina.com

Sito ufficiale di Laura Imai Messina

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: